RMU e VR46 RA decidono di rafforzare la collaborazione iniziata un paio di anni fa e di dare vita al Team RMU VR46 Riders Academy , con l’obiettivo di continuare e valorizzare i giovani talenti del motociclismo nel Campionato Italiano Velocità, massima espressione delle due ruote nazionali e tra i migliori Campionati europei.

Si completa in questo modo un percorso cha avrà inizio dal CIV , passando per il  Mondiale Junior con lo Junior Team VR46 Riders Academy e con  l’obiettivo di approdare al Campionato del mondo Moto 3 insieme allo SKY Racing TEAM VR46

Il team RMU VR46 Riders Academy lavorerà per portare in gara 4 piloti giudicati tra i più interessanti del panorama attuale con moto RMU e Moto 3  KTM.

Nella classe Moto 3 il pilota prescelto è il riminese Thomas Rossi che correrà in sella ad una KTM RC 250 GP. Rossi proviene da un anno di grande crescita  nella classe PreMoto 3 125cc, dove al primo anno di esperienza in motovelocità ha conquistato il sesto posto finale, 2 podi con una superba vittoria nell'ultima gara del torneo disputata al Mugello.

 

 

 

Nella classe PreMoto 3 250cc i piloti saranno 3. Il cesenate Elia Bartolini, che arriva dalla Pre-moto 3 125 cc  con 2 podi e la vittoria di Gara 2 a Imola,  il fiorentino Lorenzo Bartalesi e l'americanino di Chicago Damian Jigalov che ha disputato 3 round come wild card nel precedente Campionato  mostrandosi competitivo e determinato .

Il team RMU VR46 Riders Academy ha effettuato i primi test a Jerez de la Frontera con riscontri molto incoraggianti.

La scuderia sarà di nuovo in pista il 3,4 e 5 Febbraio a Valencia per preparare il debutto nel Campionato Italiano fissato per il 22 e 23 aprile a Imola.

«Sono francamente onorata  dalle conferme ricevute  da Tavullia, dal pieno appoggio e fiducia riscontrati Ha spiegato la team Co Ordinator Ramona Gattamelati VR 46 RA  ha un  formidabile staff, che come noi crede nel motociclismo e lavora con grande passione per la valorizzazione dei giovani. Credo abbiano premiato non solo i  risultati di questi  anni ma anche la serietà della nostra organizzazione. Adesso ci aspetta un lavoro molto duro insieme ai piloti, che non dimentichiamolo sono adolescenti, per poter essere in grado di competere ai vertici e ripagare la fiducia e il supporto che abbiamo ricevuto».

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information